Scommesse piazzate con il reddito di cittadinanza: pioggia di arresti

Uno dei sogni più grandi, soprattutto per la gente che lavora giorno dopo giorno e prova a mettere da parte un gruzzoletto, è quello di riuscire a ottenere delle belle vincite con le scommesse. Come sempre facciamo, ribadiamo che bisogna sempre giocare in maniera moderata e senza esagerare. Basta puntare qualche spicciolo per poter mettere da parte qualche euro in più. Ed è proprio quello che devono aver pensato i protagonisti di questa storia.

Per raccontarla dobbiamo recarci a Catania, città in cui purtroppo abbiamo assistito a una operazione condotta dalla Guardia di Finanza. A tenerne le redini è stata la Procura del capoluogo etneo, che ha dato mandato di arresto per 21 persone. Come si può tranquillamente prevedere, non è stato il fatto di scommettere a far pagare loro un dazio abbastanza caro. La causa che ha scatenato questa operazione e i conseguenti arresti riguarda la fonte dei soldi utilizzati per le scommesse.

Si parla di cifre rilevanti e decisamente al di sopra del reddito dichiarato dai 21 soggetti finiti in manette. Si trattava infatti di persone che percepivano il Reddito di Cittadinanza, in quanto le loro finanze – sia personali che del nucleo familiare – o quantomeno quelle dichiarate davano loro la possibilità di essere degli aventi diritto. Tuttavia, queste grandi vincite e soprattutto l’ammontare delle cifre scommesse hanno scoperchiato una specie di vaso di Pandora.

Scommesse, grandi vincite con il Reddito di Cittadinanza

Nei fatti questi soggetti finiti poi in arresto hanno portato a casa, mese dopo mese, vincite per un totale di oltre 3 milioni e mezzo di euro. Vincite che i 21 scommettitori non avevano dichiarato al momento di aggiornare il proprio status di percettori della misura voluta dal primo Governo Conte per contrastare la povertà. Dunque questi soggetti avevano continuato a percepire il Reddito, senza che dunque ne avessero ancora i requisiti per farlo.

Si parla di oltre 225.000 euro che venivano regolarmente “sottratti” con l’inganno all’INPS, visto che non erano state fatte le dovute dichiarazioni all’erario. Questo è il comunicato emesso dagli uomini della GdF di Catania: “Le indagini hanno permesso di accertare che i soggetti sottoposti a controllo, pur dichiarando redditi minimali, avrebbero movimentato sui conti di gioco online a essi intestati rilevanti somme di denaro, non congrue rispetto alla loro situazione reddituale, e avrebbero omesso di dichiarare le vincite ottenute, per un importo complessivo pari ad oltre 3 milioni e 700 mila euro“.

Nel decreto del 19 aprile 2019, in cui si fa cenno in particolare alle Modalità di utilizzo della Carta Reddito di Cittadinanza, si legge attraverso le sue premesse quali sono i divieti. In particolare si legge che al fine di prevenire e contrastare fenomeni di impoverimento e l’insorgenza di disturbi da gioco d’azzardo, è in ogni caso fatto divieto di utilizzo del beneficio economico per giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità.

Nei fatti, dunque, i 21 soggetti sono venuti meno a questo divieto.

Il gioco è riservato ai maggiorenni e può creare dipendenza.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Twitter

Top Slots & Giochi
Aviator – Gioco Gratis
Aviator – Gioco Gratis

Aviator: istinto, adrenalina e tante emozioni.

Caccia alla Gallina – Slot Gratis
Caccia alla Gallina – Slot Gratis

Caccia alla Gallina: scopri le caratteristiche e prova la slot machine, gioca gratis senza scaricare

Go Gold – Slot Gratis
Go Gold – Slot Gratis

Go Gold: scopri le caratteristiche e prova la slot machine, gioca gratis senza scaricare

Gallina d’Egitto Slot Gratis con Blog.Hibet.it
Gallina d’Egitto Slot Gratis con Blog.Hibet.it

Gallina d’Egitto: scopri le caratteristiche e prova la slot machine, gioca gratis senza scaricare

Gordon Ramsay Hell’s Kitchen
Gordon Ramsay Hell’s Kitchen

Netent: scopri le caratteristiche e provala gratis senza registrazione

Blog Hibet.it
© 2021 Hibet.it | Fourseven Play Limited. Tutti i diritti sono riservati.